Calcio News Time | Homepage
Superbike: Biaggi si avvicina al titolo. Sfortuna nera per Melandri e Sykes.

Superbike: Biaggi si avvicina al titolo. Sfortuna nera per Melandri e Sykes.

0 Comments 🕔23.set 2012

Una domenica d’oro, quella di Max Biaggi. Il romano dell’Aprilia, sul tracciato di Portimao, intasca un terzo e quarto posto e si lancia verso il suo secondo titolo in Superbike. Il corsaro infatti, avvantaggiato dagli inconvenienti dei suoi diretti avversari, ha saputo capitalizzare questo week-end, ottenendo preziosi punti in chiave campionato.

La prima gara prende il via con il tracciato fortemente bagnato, garantendo ai piloti scarsa aderenza. Tuttavia, durante le prime battute, Marco Melandri, non curandosi delle condizioni della pista, tenta un audace sorpasso su Biaggi. Il romagnolo, nella manovra, perde l’anteriore ed innesca una rovinosa carambola, mettendo fuori gioco diversi piloti tra cui il nostro Davide Giugliano. A fare le spese di questo inconveniente, però, è proprio lo stesso Melandri che danneggia gravemente la sua Bmw ed è costretto al ritiro, non prendendo parte neanche alla seconda manche e dicendo praticamente addio ai sogni iridati. La gara, così, prosegue con Biaggi al comando, fino a quando la caduta di Brignola causa una macchia d’olio sulla pista, costringendo i direttori di gara ad esporre bandiera rossa ed interrompere la competizione. Dopo la ripartenza cambiano i valori in campo ed è l’arrembante Tom Sykes ad imporsi, terminando in prima posizione. Lo seguono Carlos Checa, Guintoli e Biaggi, il quale non prende rischi e termina quarto. Al termine della prima gara, dunque, Sykes balza al secondo posto in classifica, portandosi a solo 14,5 punti dal leader Max Biaggi.

La seconda gara, grazie allo spuntare di un timido sole, si disputa su pista asciutta, consentendo ai piloti di aumentare il ritmo. Dopo il via è Laverty, con la sua Aprilia, a prendere il comando, mentre alle sue spalle Sykes e Biaggi innescano un’avvincente lotta per il terzo posto. I due rivali si danno battaglia fino a quando dagli scarichi del britannico s’intravede uscire del copioso fumo bianco, chiaro indice di una rottura. Sykes, gioco forza, è costretto così al ritiro, vedendo svanire la possibilità di agguantare la vetta della classifica. Ne approfitta Biaggi che, al termine di un bel duello con Leon Camier, porta a casa un terzo posto che gli vale la bellezza di 16 punti netti sul rivale. A vincere la gara, però, è Eugene Laverty, tallonato dal veloce Rea, reduce dall’ottavo posto nel GP di Misano della MotoGP.

Max Biaggi, dunque, chiude questa domenica restando in vetta al mondiale con un capitale di ben 347 punti, seguito da Sykes a quota 316,5. Domenica 7 Ottobre si correra sul tracciato di Magny-Course, in Francia, per l’ultimo appuntamento del Campionato Superbike, determinante per l’assegnazione del titolo. Il romano dell’Aprilia, con 30,5 punti di vantaggio, appare oramai vicino alla vittoria ma non è detta l’ultima parola. Il veloce Sykes, infatti, matematicamente è ancora in partita e così anche Melandri, sebbene accusi un ritardo maggiore. Dunque, per il corsaro, non è giunto il momento di rilassarsi, poichè, se tiene al titolo, non potrà concedersi errori.

comments powered by Disqus

No Comments

No Comments Yet!

No one have left a comment for this post yet!

Write a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *