Calcio News Time

 Breaking News
  • No posts where found

Del Piero e quel futuro ancora incerto

agosto 01
11:56 2012

E’ finita il 20 maggio scorso l’avventura di Alessandro Del Piero alla Juventus. Anni ed anni di fatiche, gioie, dolori, scudetti vinti e persi, coppe alzate al cielo e scivoloni clamorosi. Gli anni della serie B, degli insulti e di calciopoli. Il ritorno in serie A, la prima partita allo Juventus Stadium e la gioia di essere abbracciato da tutti i tifosi bianconeri in quella che sarà la sua casa soltanto per una stagione. L’annuncio, prima dell’inizio del campionato, da parte del presidente Agnelli che ringrazia il Capitano e rivela a tutti che non gli rinnoverà il contratto, a fine stagione. Le polemiche – degli altri, mai sue – al presidente della Juventus, a quella scelta per molti – se non per tutti – insensata e ingiustificata. Quel contratto lasciato in bianco da Alessandro, purché potesse giocare ancora con la maglia della Juventus, e quel milione rifilatogli da Agnelli, a mò di ringraziamento per i servigi riservati alla Vecchia Signora. Quell’ultima giornata di campionato dove entra, segna e poi esce tra le lacrime di uno stadio che lo ha vissuto così poco, ma ricolmo di cuori che lo porteranno sempre con loro.

Ora, Alessandro scalpita. Vuole tornare a giocare, a rischiare, a segnare e a vincere, nonostante i 38 anni alle porte. E lo dice attraverso il suo sito web, dopo quella volata in Giappone dove viene letteralmente idolatrato ed incanta il pubblico con le sue giocate. Ovunque vada, raccoglie applausi, riceve complimenti e tutti si alzano in piedi ad applaudirlo, qualsiasi sia l’esito delle sue giocate. Da svincolato, ha la fortuna di non dover affrettare i tempi: per lui il 31 agosto non è una scadenza irreversibile. Ciò che fa male, però, è quel giorno in più fuori dal rettangolo di gioco, ancora una volta in panchina, in attesa di una chiamata – quella giusta – che per ora non è arrivata. Le altre –  Emirati Arabi, Thailandia, Giappone, Stati Uniti, Brasile – non lo allettano. Lui vuole l’Europa. L’avrebbe giocata in panchina, se necessario. L’avrebbe alzata con gli occhi, se soltanto gliene fosse stata data la possibilità.

Share

About Author

Angelo Palladino

Angelo Palladino

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment