Calcio News Time

maggio 02
22:22 2012

El Tanque Silva, prodezza da primo posto.

Share

Domenica di conferme: Boca leader del torneo, Vélez e Newell’s non mollano, equilibrio in mezzo al gruppo, sempre pessimo il momento di Godoy Cruz , San Lorenzo conferma il suo stato di forma.

Cari amici di CNT eccoci arrivati alla dodicesima giornata del Clausura 2012.

Come detto, giornata senza troppi sussulti. Per fortuna c’è il super-goal di Santiago Silva, tanto spettacolare quanto decisivo ai fini del risultato. Il Boca Juniors supera infatti per 1 a 0 un vivacissimo Colón de Santa Fe. Partita sofferta quella Xeneize che vede nel suo portiere Orión, autore di un paio di interventi miracolosi, e nel Tanque Silva le chiavi di volta per mettere in archivio i tre punti conquistati alla Bombonera contro il Sabalero. Boca nervoso che chiude giustamente la partita in nove a causa dell’entrata assassina di Insaurralde al 39’ del primo tempo e all’espulsione per protesta di Clemete Rodríguez al 34’ del secondo tempo. Il goal arriva al 35’ del primo tempo con un contropiede fulminante che parte da una palla riconquistata su un corner a favore del Colón. Irviti, Ledesma, Cvitanich crossa morbido all’altezza del dischetto del rigore e Silva con una magnifica mezza rovesciata insacca. Magnifico il gesto tecnico del Tanque che illumina il pomeriggio Xeneize e fa dimenticare per un attimo la sua pessima media-gol. Boca nel prossimo impegno dovrà fare a meno, oltre a Rodríguez e  Insuaurralde, anche di Irviti e Ledesma, avendo questi ultimi due raggiunto il limite dei 5 cartellini gialli. La buona notizia è il rientro di Riquelme che, come suo solito, dirige il centrocampo e muove i fili tra i reparti.

Vélez  Sarsfield approfitta della sua costanza di rendimento e della vittoria per o a 2 sul campo dell’ Estudiantes de la Plata portandosi al secondo posto solitario a un solo punto dalla vetta. Vittoria meritata per il Fortín che conquista il Ciudad de la Plata con due goal nei primi 45 minuti: prima Óbolo e poi Martínez battono l’ex catanese Andujar. Nel secondo tempo non cambia l’inerzia della gara con il Vélez che fa la partita e cerca il terzo goal con più insistenza di quanta ce ne metta la squadra di casa per accorciare le distanze. Il Vélez vola in classifica e l’Estudiantes perde una buona occasione per rilanciarsi.

Il derby dell’ovest tra San Martín de San Juan e Godoy Cruz de Mendoza  finisce 1 a 0 per  i primi. Godoy Cruz in caduta libera non vince da ormai qualche mese, ma il risultato non rispetta ciò che si è visto in campo. Le due squadre hanno affrontato la partita con una foga agonistica spettacolare, dando vita a una partita caratterizzata da tantissime occasioni da rete. Il risultato di uno a zero è figlio di miracolosi interventi dei portieri, goal annullati (quello del momentaneo pareggio mendocino) e palloni radenti ai pali. El Tomba come detto non vince più e precipita in classifica mentre San Martín conquista tre punti fondamentali per mantenere la categoria. Supera infatti Tigre nel promedio approdando alla zona Promoción.

Tornando in vetta troviamo al terzo posto  Newell’s Old Boys lanciatissimo fino a due domeniche fa grazie a una serie di vittorie, ma bloccato nelle ultime due giornate da due pareggi. Questa volta a Rosario c’è ospite un ottimo All Boys reduce da tre vittorie consecutive, che riesce a strappare alla Lepra un pareggio per 1 a 1. Nello stadio intitolato a Marcelo Bielsa, l’allenatore corteggiato da mezza Europa che sta portando l’Athletic Club di Bilbao alla gloria, All Boys merita e legittima per 90’ minuti la vittoria grazie al goal dopo appena 5’ di gioco. Newell’s scende in campo contratto e non riesce a ripetere di fronte al proprio pubblico le ottime recenti prestazioni. Il pareggio come detto arriva al 90’ grazie a un tiro che diventa un assist per Cambiasso che di prima intenzione fa fuori l’estremo difensore ospite. Newell’s rimane comunque a ridosso del primo posto e All Boys quadrato continua a sommare punti preziosi.

L’ultima partita che analizziamo è quella del CASLA, il Club Atlético San Lorenzo de Almagro. Se quest’anno la squadra di Boedo riuscirà a salvarsi, i tifosi dovranno dedicare una statua a quella vecchia volpe del football argentino che corrisponde al nome di Ricardo Caruso Lombardi, l’allenatore che in meno di due mesi sta raddrizzando un’intera stagione, ridando un’anima a una squadra che sembrava averla definitivamente persa. San Lorenzo dopo aver giocato le ultime domeniche in casa prima a porte chiuse, poi alla Bombonera a causa dell’impraticabilità del Nuevo Gasómetro, torna nel suo stadio, fra la sua gente, battendo l’Arsenal di Sarandí 2 a 0. San Lorenzo sembra non avere più paura di giocare, di attaccare e di segnare. Trova nel capitano Gigliotti il suo condottiero e goleador, l’uomo giusto al posto giusto per portare il Ciclón alla permanenza nella massima categoria.

Anche per oggi è tutto ci vediamo al prossimo appuntamento.

Buon campionato gente e che la garra sia con voi!

comments powered by Disqus

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

CNTv

SONDAGGIO

L'Inter esonera Mazzarri, arriva Mancini: è la scelta giusta?

Loading ... Loading ...

Risultati Serie A offerti da Livescore.it